MonteMarioToday

L'inverno gelido degli studenti di Torrevecchia: "In classe con 8 gradi"

Aule troppo fredde per essere utilizzate, il preside sposta tre classi delle medie: "Criticità segnalate da novembre"

Caldaie in blocco, termosifoni spenti e aule gelide: il rientro a scuola degli studenti romani è stato "da brividi". Dalla Garbatella a La Giustiniana alunni costretti a stare in classe con abiti caldi e giacconi, come se le lezioni si svolgessero all'aperto.

Al gelo asili nido, elementari, medie e superiori: in alcuni casi l'accensione anticipata, decisa per far trovare agli studenti ambienti caldi e confortevoli, è stata un flop. 

Termosifoni rotti nella scuola di Torrevecchia

Criticità registrate non solo l'indomani della prima campanella dopo le vacanze di Natale: a Torrevecchia il plesso Ranaldi dell'Istituto Comprensivo Pio La Torre è ancora al gelo e, a quanto si apprende, rischia di rimanervi per tutto l'inverno. 

"Nella nostra scuola i riscaldamenti non si accendono, il timer è rotto: per farli partire la ditta che ha in gestione l'impianto dovrebbe mandare ogni mattina un tecnico per avviarli. Viviamo una situazione di emergenza" - denunciano alcune insegnanti della scuola del Municipio XIV. 

Aule tanto gelide da costringere il Dirigente Scolastico a spostare nel plesso adiacente tre classi: due seconde e una terza media.

Alunni in classe "a 8 gradi"

Alla Ranaldi senza riscaldamenti accesi la temperatura delle aule, in questi giorni di gelo inusuale per Roma, si assesta "tra gli otto e gli undici gradi": impossibile dunque costringere ragazzi e personale in quelle condizioni. 

"Il riscaldamento della nostra scuola non funziona, è un problema che va avanti da inizio novembre e che abbiamo già ripetutamente segnalato senza avere soluzioni o comunicazioni ufficiali" - denuncia a RomaToday il Dirigente Scolastico dell'IC Pio La Torre, Flavio Di Silvestre.

"Ufficiosamente abbiamo saputo che il guasto, per assenza di risorse, potrebbe essere risolto solo ad aprile. Per la nostra scuola e per i nostri studenti il disagio è grandissimo: quando i termosifoni non partono dobbiamo spostare, seppur di poche decine di metri, alunni e personale nel plesso adiacente".

Una problematica che interessa anche la succursale del Liceo Gassman che con la Ranaldi condivide il problematico impianto di riscaldamento. "Siamo disperati" - il grido che arriva da Torrevecchia. 
 

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

  • "Aperti per ferie", l'estate del Mercato Contadino Castelli Romani

I più letti della settimana

  • La figlia non risponde al telefono da due giorni, chiamano i carabinieri e la trovano morta

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Incendio in via del Cappellaccio: in fiamme deposito di pneumatici, fumo nero tra Eur e Ostiense

  • Incidente a San Giovanni: donna investita e uccisa da un camion

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Autobus in fiamme a piazza Cantù. I testimoni "Abbiamo sentito due esplosioni"

Torna su
RomaToday è in caricamento