mercoledì, 30 luglio 21℃


Omicidio Torrevecchia: la polizia interroga pregiudicati, avanti le indagini

Simone Colaneri, vittima del terzo agguato in questo mese, aveva discusso con dei pregiudicati. La polizia li ha interrogati, ancora non ci sono arresti

Redazione 28 luglio 2011
18

Simone Colaneri, un pregiudicato romano, detto 'il teppista', è morto ieri, caduto vittima di una raffica di proiettili calibro 12 in strada, in pieno giorno, a via Bembo.

Annuncio promozionale

INDAGINI  Quello di ieri è il terzo agguato nel giro di un mese che si svolge in strada a Roma, con modalità simili. In serata gli agenti della polizia hanno interrogato, per capire il loro eventuale coinvolgimento, alcuni pregiudicati, forse due. Non sono esclusi eventuali fermi nelle prossime ore.
Ieri Colaneri aveva litigato con alcuni pregiudicati ed era stato visto girare con un coltello in strada. Aveva avuto diverse discussioni persino con la madre e un'altra parente. L'ultimo litigio in una pizzeria, da 'Mister Pizza', che si trova nella stessa zona dell'agguato e della sua abitazione. Per questo era stato sottoposto ad un trattamento sanitario obbligatorio.
La squadra mobile di Roma sta indagando a trecentosessanta gradi per capire se i retroscena dell'agguato di oggi siano legati o meno a "tessuti criminosi" ma dedica anche attenzione agli episodi che hanno coinvolto la vittima dell'agguato nelle ultime ore. 'Il Teppista', soprannominato così per il suo atteggiamento spavaldo e di violento attaccabrighe, era stato arrestato per rapine a Pescara, Lucca, Jesolo, Frosinone, Pisa, Firenze, Riccione ed Empoli. Tra i reati, anche quelli per estorsione e droga registrati in almeno cinque pagine di precedenti. Litigava anche in carcere con i detenuti e aggrediva le guardie penitenziarie.

L'AGGUATO Ieri è arrivata la vendetta dei presunti killer: una o due persone a bordo di uno scooter hanno sparato contro di lui più di cinque colpi di pistola, che lo hanno ferito all'addome, alla schiena e all'inguine fino ad ucciderlo. Colaneri è morto dissanguato per la ferita a un'arteria dell'inguine ed era arrivato già in fin di vita all'ospedale San Filippo Neri.

AUMENTANO GLI OMICIDI L'episodio di Torrevecchia riporta alla mente due sparatorie avvenute questo mese a Roma con modalità simili, e sempre in strada. Il 5 luglio, nel quartiere Prati, venne ucciso Flavio Simmi, figlio di un gioielliere. Già qualche mese prima, la vittima era stata gambizzata proprio davanti alla gioielleria di famiglia a Campo Dé Fiori. Cinque giorni dopo, il 10 luglio, ennesima sparatoria, questa volta al Tiburtino, in cui rimase ferito un pregiudicato romano. Episodi di sangue che hanno alimentato anche oggi, dopo l'ennesimo agguato, la polemica sulla sicurezza a Roma, che ha infiammato il fronte politico.

Simone Colaneri
Torrevecchia
moby
omicidi

18 Commenti

Feed
  • Avatar anonimo di Giorgio

    Giorgio Navigo sul web e trovo questo articolo su Simone. Adesso è passato non tanto tempo e anche in zona se non se ne parla più. A parte Sabrina, quanti de tutti quelli che se so sentiti de dì la loro su una triste storia come questa, lo conoscevano a Simone. Mi sà nessuno vero? Viviamo nel periodo degli opinionist der xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx che nun se rendono conto de niente. Io mi ricordo Simone quando andavamo alle medie insieme alla Ranaldi, quando giocavamo a calcetto ai campetti rossi de cemento ed era sempre stato un ragazzo dar cuore d'oro. Poi crescendo ci siamo persi di vista, ma Simone era sempre er primo a venitte incontro e a datte er bacetto.

    il 19 gennaio del 2012
  • Avatar di alessandro ciattaglia

    alessandro ciattaglia ma che razza di risposta è!!!! tu non sei normale....

    il 28 luglio del 2011
    • Avatar anonimo di sabrina

      sabrina normale sei te ad non esserlo prima di parlare aziona il cervello te fai parte della massa de ipocriti  azzittate coquella bocca

      il 15 agosto del 2011
      • Avatar di debora paolini

        debora paolini carissima sabrina, questa sera ho cercato in tutti i modi di contattarti, finalmente ho trovato come farlo. questa sera non so come e non so perchè dopo l' ennesima corsa in cui ho pensato a simone, appena tornata a casa istintivamente mi sono messa su internet ed ho scritto il suo nome...l' ho fatto spesso in questi anni, è stato un modo vigliacco per sapere quello che gli succedeva. Ma questa volta, non è andata come le altre, il non trovare notizie su di lui, mi faceva sperare che potesse stare bene, che la sua vita stava andando come meritava, invece non è andata così, sono distrutta dal dolore, come sono distrutte tutte le persone che hanno conosciuto quella parte di lui che ce l' hanno fatto amare. ti prego, voglio sapere dove ora riposa dalla sua vita di xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxa che non meritava, voglio parlare con lui un ultima volta e sfofgare tutta la mia rabbia. Mi auguro che gli angeli ora si prenderanno cura di lui come nessuno è riuscito a fare perchè questo è un mondo di xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxa, dove tutti pensano a se stessi...me compresa.  persone. Ti abbraccio con immenso affetto debora

        il 31 agosto del 2011
  • Avatar anonimo di lillo

    lillo finche si spararno fra di loro va tutto bene!!!

    il 28 luglio del 2011
    • Avatar anonimo di sabrina

      sabrina te sei propri no uno che dice vivi e lascia vive te sei uno che se vedresti fare del male ad un bambino .ad una donna od ad un animale ti gireresti dallìaltra parte carogna

      l'11 agosto del 2011
  • Avatar anonimo di bartolo

    bartolo il sindaco continua a dire che Roma è sicura!!! :)

    il 28 luglio del 2011
    • Avatar anonimo di sabrina

      sabrina certo se st a a lavà le mani come ponzio pilato tirsse fuori l'email scritta dalla madre di smine nel mese di dicembre

      l'11 agosto del 2011
  • Avatar anonimo di Marica

    Marica E' ovvio che sta succedendo qualcosa. C'è qualcuno che sta allungando le mani sulla città e chi si oppone all'invasione di territorio viene ammazzato. E' una brutta storia, che a Roma non si vedeva dai tempi della banda della magliana.

    il 28 luglio del 2011
    • Avatar anonimo di sabrina

      sabrina dormite sugli allori e continuate a vota bravi non avete le palle x ribellarvi ad un istituzione di xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxa sete na massade vigliacchi boni solo a giudicà senza sapè

      l'11 agosto del 2011
    • Avatar anonimo di Slide

      Slide è una storia ciclica, 2 mesi fà discutevamo su gli ultimi arresti della banda e ora in città c'è qualcuno di nuovo...

      il 28 luglio del 2011
      • Avatar anonimo di sabrina

        sabrina si forse quello nuovo sei te

        l'11 agosto del 2011
    • Avatar anonimo di andrea

      andrea Purtroppo è proprio cosi'!

      il 28 luglio del 2011
      • Avatar anonimo di Simone

        Simone Ma perchè la gente parla a sproposito...
        Era uno spacciatore finito in carcere per delle rapine...uscito da 10 giorni dal carcere ha voluto riprendere "l'attività" dello spaccio, pestando i piedi alla persona sbagliata, il giorno dopo si è vendicato. PUNTO
        Non inventatevi storie sulla Banda della Magliana, non legate questa storia ad altri omidici avvenuti nella capitale in precedenza.

        il 29 luglio del 2011
        • Avatar anonimo di sabrina

          sabrina ma falla finita ignorante cafone ma quale spaccio prendeteve la colpa co alemanno che era a conoscenza di un ragazzo con disturbi psichiatrici abbandonato da tutte le autorita fateve di da alemanno cose gli scrisse la madre di simone colaneri il mese di dicembre.lo minaccio dicendogli che aveva bisogno di aiuto  e se non fosse stata aiutata si rarebbe tolta la vita lui sene sbattè le palle dicendo di non potere fare nulla. simone ha pagato tutti i suoi reati e alla giustizia non deve nulla alemanno è lui iil responsabile scrivete a lui e ditegli di publicare l'email che la madre di smone glui mando 7 mesi prima cher lui uscisse.siete tutti na massa de carogne ignoranti siete coloro che vive nell indifferenza come lui sete come lui una vergogna x l'italia e non un ragazzo giustiziato xche si autoritario ma no legato a cio che na massa de xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxe come voi descrive

          l'11 agosto del 2011
        • Avatar anonimo di Luke

          Luke Giusto Simone, hai ragione..!

          in ogni caso c'è da dire che le serie tv e i film vari su roma e la criminalità in generale fanno male...

          il 29 luglio del 2011
          • Avatar anonimo di Curzio

            Curzio Ridicolo, la TV e il cinema fanno il lavoro loro. Sono la scuola e la famiglia che devono educare e seguire i giovani cher crescono.

            l' 1 settembre del 2011
          • Avatar di Fabio Rfh

            Fabio Rfh la serie tv è un pretesto, quest'ondata di violenza era già prevista e l'avvento delle fiction "malavitose" è un ottimo capro espiatorio.
            Mi dispiace per il ragazzo perchè la sua strada l'ha portato fino a quà, tanto ormai oggi te sparano a 18 anni pure solo perchè hai litigato.....Daje Alemà, mettete er caschetto e vai a scava la metro, noi inanto quì se riempimo de piombo!

            l' 1 settembre del 2011