MonteMarioToday

Funivia Battistini Casalotti, per l'ok del Ministero manca solo l'ufficialità: costa 109 milioni

L'infrastruttura si sviluppa su oltre 3 km e, attraverso sette stazioni, collega Battistini con Casalotti. Era stata inserita tra le opere invarianti del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile. Novità anche sul tram della Togliatti

Foto DIRE

E' una delle opere più controverse del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile. Ma anche una delle prime che il Ministero è disposto a finanziare. La funivia Battistini Casalotti è ad un passo dall'essere realizzata. La firma della neoministra ai trasporti Paola De Micheli appare soltanto una formalità.

Le caratteristiche della nuova filovia

L'infrastruttura, lunga 3,85 km , ha una capacità di trasporto di 3600 passeggeri l'ora. Funziona come i classici impianti di risalita che si possono incontrare nelle stazioni sciistiche. La frequenza è di un passaggio ogni 10 secondi ed ogni cabina è in grado di accogliere fino a10 persone.  Servirà sette stazioni - Battistini, Acquafredda, Montespaccato, Torrevecchia, Campus, Collina delle Muse-Gra e Casalotti - ma non sarà direttamente collegata al capolinea della metro A Battistini da cui, la filovia, dista circa 200 metri. 

La funivia Battistini Casalotti

Le priorità del PUMS

La cabinovia è una delle cosiddette opere invarianti del PUMS. Il Campidoglio, quando ha lanciato il processo partecipativo sulla mobilità sostenibile, aveva già deciso che alcuni interventi avrebbero avuto una priorità. Oltre al sistema di trasporto tra Battistini e Casalotti, al Ministero dei Trasporti sono stati chiesti finanziamenti anche per un'altra funivia, prevista tra Eur e Magliana. Per i tram sulla Tiburtino e su via Cavour, per la trasformazione ed il prolungamento dell'ex ferrovia concessa Termini Giardinetti e per l'acquisto di 50 nuovi tram.

Altre novità sul PUMS

Secondo l'Agenzia Dire, che ha riportato l'indiscrezione sul finanizamento della Funivia Battistini Casolotti, ci sono novità anche in merito al tram che dovrebbe passare sulla Palmiro Togliatti. E' la prima tratta di una sorta di "tangenziale tranviaria esterna" che serve a collegare Ponte Mammolo con San Paolo. Un'operazione complessa e costosa (da 185 milioni di euro) che permetterebbe di sviluppare l'intermodalità. La nuova linea tramviaria andrebbe infatti ad intersercarsi con  la linea B, la linea Fl2, la nuova linea 4, la linea Termini-Tor Vergata, la linea C e la linea A. 

Le opere legate alla funivia 

Per quanto riguarda la funivia Battistini Casalotti nel finanziamento da 109 milioni di euro, il Comune aveva previsto anche una serie di interventi collaterali. Innanzitutto la protezione del Raccordo Anulare nel punto in cui l'infrastruttura aerea dovrebbe passare. Poi, sempre nel finanziamento, è prevista anche la realizzazione di circa 500 parcheggi a raso a servizio di tre stazioni ed anche delle opere a verde, con potature, tagli e nuove piantumazioni di alberi.
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Sciopero, a Roma lunedì 16 settembre a rischio i bus in periferia

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

Torna su
RomaToday è in caricamento