MonteMarioToday

A 46 anni dal rogo Primavalle ricorda i fratelli Mattei: "Vittime innocenti dell'odio ideologico"

Nel 1973 l'attacco incendiario in cui morirono i due ragazzini, figli del segretario locale del MSI. In via Bernardo da Bibbiena mai arrivata la targa commemorativa

A quarantasei anni dal tragico rogo Primavalle ha ricordato Stefano e Virgilio Mattei, i due fratelli morti in seguito all'incendio appiccato nella loro abitazione di via Bernardo da Bibbiena. 

Un attacco incendiario nel pieno degli anni di piombo compiuto da alcuni aderenti al movimento extraparlamentare di estrema sinistra Potere Operaio ai danni della casa di Mario Mattei, allora segretario locale del Movimento Sociale Italiano.

Quarantasei anni dal rogo di Primavalle

Era il 16 aprile del 1973. Nel rogo che coinvolse l'intera famiglia Mattei, persero la vita Stefano e Virgilio di appena 10 e 22 anni. Come ogni anno la cerimonia di commemorazione, corona di fiori e minuto di raccoglimento.

Nel pomeriggio il ritrovo parallelo: un breve corteo da piazza Clemente XI al civico sei di via Bernardo da Bibbiena, poi il richiamo "Stefano e Virgilio Mattei" con le persone accorse, quasi 150, a rispondere in coro "presenti!". Più di qualche saluto romano. 

Il ricordo dei fratelli Mattei: "Vittime innocenti dell'odio ideologico"

"A 46 anni dal rogo di Primavalle, uno dei crimini più orrendi degli anni di piombo, ricordiamo Stefano e Virgilio Mattei, 8 e 22 anni, bruciati vivi nell'incendio dello loro casa appiccato nella notte dai militanti di Potere Operaio. Vittime innocenti dell'odio ideologico comunista e della giustizia italiana" - ha scritto su Facebook, lontana da Primavalle, la leader di FdI, Giorgia Meloni.

"Un periodo di forte tensione sociale che non vogliamo rivivere più: l'omicidio dei Mattei è figlio di quell'odio ideologico che sporca una visione politica sana" - ha fatto eco Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d'Italia e vice presidente dell'Assemblea Capitolina.

"Credo sia doveroso continuare a commemorare la memoria di questi giovani, ignobilmente condannati a morte da militanti di Potere Operaio soltanto perchè figli del segretario della sezione del Msi di Primavalle. Credo sia doveroso non dimenticare quanto accaduto, perchè - ha detto Rachele Mussolini, consigliere comunale della lista civica Con Giorgia - solo serbandone la memoria tutto ciò non si ripeterà più". 

Non una commemorazione liturgica, secondo il deputato Fdi Luca De Carlo: "Commemorare i fratelli Mattei è conservare la memoria di vittime innocenti della cattiveria umana. La politica quella vera era quella della famiglia Mattei, tra la gente non quella di chi versava benzina sulla  porta degli avversari politici". 

La targa per i fratelli Mattei "sparita"

E mentre dal Campidoglio arriva la notizia dell'ufficiale intitolazione del parco, quello tra via Mattia Battistini e via Giambattista Soria, a “Stefano e Virgilio Mattei: vittime della violenza politica”, come già recita una lastraapposta li nel 2003, dal Monte Mario c'è chi ricorda come, nonostante un atto votato nel parlamentino del XIV, la targa in ricordo dei fratelli Mattei da porre sul muro della casa di via Bernardo da Bibbiena non sia mai arrivata. 

Rogo di Primavalle, una strada per i fratelli Mattei: intanto la targa promessa è "sparita"

"Come ogni anno siamo qui per onorare la memoria di Stefano e Virgilio Mattei. Non possiamo però non segnalare un fatto che dispiace ma allo stesso tempo fa arrabbiare: è passato più di un anno da quando Fratelli d’Italia ha presentato in Municipio XIV un ordine del giorno, votato all’unanimità, che richiedeva la realizzazione e l’apposizione di una targa commemorativa sul luogo della strage. Un atto che reputavamo dovuto e inspiegabilmente mai realizzato. Non capiamo come sia possibile che a distanza di tutto questo tempo non sia stato dato seguito a quell’atto" - ha ricordato il consigliere di FdI, Alberto Mariani.

"Dispiace inoltre  per l'ennesima assenza della Sindaca Raggi che, da quando è in carica, non è mai intervenuta a questa commemorazione". 
 

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

  • "Aperti per ferie", l'estate del Mercato Contadino Castelli Romani

I più letti della settimana

  • La figlia non risponde al telefono da due giorni, chiamano i carabinieri e la trovano morta

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Incendio in via del Cappellaccio: in fiamme deposito di pneumatici, fumo nero tra Eur e Ostiense

  • Incidente a San Giovanni: donna investita e uccisa da un camion

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Autobus in fiamme a piazza Cantù. I testimoni "Abbiamo sentito due esplosioni"

Torna su
RomaToday è in caricamento