MonteMarioToday

Ottavia, degrado senza fine: al posto della piazza sorge una discarica

Situazione di choc consolidata in via Camilla Ravera

Rifiuti e siringhe. Questo lo spettacolo apparso davanti agli occhi dei gruppi Retake che ieri, 13 maggio, si erano dati appuntamento in via della Lucchina per una giornata di pulizia. Vicino al loro raggio d’azione si è fatto vivo uno spettacolo indecoroso, che da queste parti è noto. Perché è presente nel punto in cui erano previsti una piazza, un centro civico, una fontana, uno spazio pubblico con anfiteatro e un parcheggio interrato. Il tutto in via Camilla Ravera, tra il piano di zona Lucchina e il centro commerciale Gulliver. Un’area, al momento, sotto sequestro.

Degrado in via Camilla Ravera

Maria Stella Giuliani e Angelo Guida, rispettivamente del gruppo Retake Monte Mario-Torrevecchia e Ottavia, hanno segnalato la situazione di degrado che hanno incrociato durante il proprio intervento. Il lavoro dei volontari ha riguardato un lato adiacente alla discarica a cielo aperto. Per questo, una volta sul posto, non potevano non vedere. 

ottavia 3-2-2

Discarica a cielo aperto

Dalle testimonianze fotografiche, è stato registrato un quadro decisamente critico, tra bottiglie di vetro, plastica, sporcizia di ogni genere. Il tutto alla luce del sole e, purtroppo, a due passi dalla chiesa Santa Maddalena di Canossa. “È evidente che si tratta di uno stato raccapricciante – ha commentato Giuliani – allo stesso tempo, però, va rimarcata l’inciviltà di chi, da queste parti, getta di tutto”.

Opere a scomputo mai realizzate

Roma Today, lo scorso agosto, si era occupata di questo lato del Municipio XIV. Nell’occasione, il consigliere Pd, Alessio Cecera, spiegò: “Erano attese opere a scomputo previste nel progetto del centro commerciale che non si sono mai concretizzate. Il costruttore, da accordi, avrebbe dovuto cedere al Comune la piazza. Purtroppo la ditta è fallita e adesso ci troviamo, da troppo tempo, in uno stato di abbandono. Il parcheggio interrato è terra di nessuno: viene utilizzato da sbandati per dormire e per altre attività illecite. In quel posto, furono rinvenute le reliquie di Santa Maddalena di Canossa, rubate nella vicina chiesa.

ottavia 2-2-2

"La gru è una minaccia per il vicinato"

Allora il Partito democratico, per voce di Cecera, rinnovò la richiesta “al minisindaco, Alfredo Campagna e alla sindaca, Virginia Raggi, di inserire questa opera pubblica tra quelle da sbloccare anche con piccoli investimenti finalizzati alla messa in sicurezza. Ad esempio, per ripulire dai materiali di risulta tutta l'area, recintare le parti più pericolose, rendere fruibile la parte pavimentata e far smontare la gru che ormai è diventata una minaccia per il vicinato”.

Il lavoro dei gruppi Retake

Il problema, va detto, è che l’incuria e l’immondizia sono aumentate. Un orizzonte decisamente deprimente, che non ha demotivato i gruppi Retake. Loro, insieme agli scout e ad alcuni residenti vicini alle attività della parrocchia, hanno ripulito la scalinata e con i decespugliatori tolto l’erba da via Camilla Ravera. Insomma, hanno svolto quanto era nelle loro possibilità. In attesa di notizie migliori da dove, una volta, era prevista la piazza di Ottavia.

Potrebbe interessarti

  • Atac: tutti gli abbonamenti agevolati

  • Saldi estivi a Roma, manca poco: quando iniziano

  • Cinema all'aperto a Roma: indirizzi e film in programma nell'estate 2019

  • Distributori di Benzina "No Logo": dove il pieno costa meno

I più letti della settimana

  • Atac: tutti gli abbonamenti agevolati

  • Giallo di Torvaianica, il compagno di Maria Corazza ha incontrato tre persone venerdì mattina

  • La tanica di benzina nei filmati di videosorveglianza: svolta nel giallo di Torvaianica

  • Perde il controllo della moto e finisce contro il guardrail: morto 27enne romano

  • Interrogatori, autopsia e filmati delle telecamere di sorveglianza: giallo di Torvaianica verso la svolta

  • Rapina al McDrive, poi la fuga e lo schianto in scooter

Torna su
RomaToday è in caricamento