MonteMarioToday

Municipio XIV, aree isole ecologiche: al vaglio le analisi di Ama

Tre i siti idonei, due idonei con riserva e tre non idonei. Entro il 5 maggio c'è tempo per controdeduzioni e osservazioni. La commissione Ambiente di Monte Mario esprimerà il parere finale

Un momento dell'incontro tra Ama, Municipio XIV e cittadini

Prosegue il percorso partecipativo nel Municipio XIV per l’individuazione dei siti dove collocare le isole ecologiche. La settimana scorsa c’è stato un incontro, nella sala consiliare di via Mattia Battistini, che ha visto insieme rappresentanti di Ama, il minisindaco Alfredo Campagna, l’assessora locale all’Ambiente, Valeria Pulieri e i cittadini. Sul tavolo l’illustrazione dello studio tecnico da parte dell’Azienda, che ha presentato un elenco di valutazione (provvisorio) sulle aree papabili per i centri di raccolta

La lista ha evidenziato, secondo Ama, l’idoneità di tre punti: via Araldi-via Tonelli-via Calò, via del Quartaccio e via Morsasco. Due quelli idonei con riserva: via Ponderano e Villa del Bosco. Infine tre non idonei: via della Storta-via Filippini, via Trino e via Chiasso

Entrando nel dettaglio delle aree con bollino verde, via Araldi-via Tonelli-via Calò ha tra i vantaggi il fatto di trovarsi fuori dal Gra ed è raggiungibile con strade ordinarie. Gli elementi di criticità, invece, sono la vicinanza delle abitazioni e la viabilità da verificare. Per quanto riguarda via Morsasco, la zona è a bassa densità abitativa ma con un vincolo (fascia di rispetto del fosso). Via del Quartaccio è dentro il Gra, in prossimità dello svincolo Casalotti/Boccea. Il neo è rappresentato dalla proposta comunale del piano territoriale paesistico Valle del Tevere (fascia di rispetto fosso).

Da segnalare - come ribadito dal presidente della commissione Ambiente di Monte Mario, Paolo De Laurentiis – che le aree individuate dalla delibera Tronca non sono state bocciate: solo viale Giardino di Ottavia ha ottenuto il parere negativo della Commissione. Ancora, infatti, deve esserci la discussione per via Villa del Bosco, via Trino-via Tricerro, via della Riserva Grande e via Grezzago. “Il  giudizio – ha ribadito De Laurentiis – si basa anche, ma non solo, sul supplemento di documentazione richiesto all'Ufficio tecnico e sul parere motivato dei cittadini residenti nelle aree da valutare”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La prossima data da cerchiare in rosso è venerdì 5 maggio, termine ultimo per controdeduzioni e osservazioni, da inviare via mail (presidenza.municipio14@comune.roma.it) o presentandole presso gli uffici di via Battistini, 464 “allo scopo – ha riferito il Quattordicesimo in un nota – di poter avviare la fase selettiva finale, attraverso il lavoro della Commissione municipale Qualità della Vita. Verranno calendarizzati i lavori della Commissione a partire dal 5 maggio, di cui verrà data comunicazione sui nostri canali ufficiali istituzionali. La commissione esprimerà un parere finale sulle aree – è stato chiarito – producendo gli atti formali che verranno poi trasmessi all’assessorato competente e alla Commissione capitolina, al fine di inserire le aree prescelte nella delibera di Consiglio, che darà avvio alle procedure di realizzazione delle aree”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, nel Lazio 1728 casi: 17 decessi nelle ultime 24 ore. Tre cluster preoccupano la Regione

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Coronavirus, a Roma 38 nuovi casi. Nel Lazio 2505 i contagiati totali, oggi la metà dei morti rispetto a ieri

  • Coronavirus: 2362 positivi nel Lazio, 73 oggi a Roma. D'Amato: "Trend regionale in calo"

  • Coronavirus, 1901 casi positivi nel Lazio. A Roma trend dei contagiati in calo

Torna su
RomaToday è in caricamento