MonteMarioToday

Immensamente Giulia, l'evento per ricordare la piccola morta nel terremoto

La bambina è scomparsa il 24 agosto 2016 nel terremoto che ha colpito le Marche. L’evento domenica a Villa Monte Mario

Giulia e il logo dell'associazione

“Era e resta la nostra piccola principessa”. Michela ha 43 anni. Lei è la presidente di Immensamente Giulia e gli angeli delle macerie Onlus. Giulia era sua figlia, diventata “un dolcissimo angelo” il 24 agosto 2016 a Pescara del Tronto, vittima del terremoto che ha colpito le Marche. Insieme al marito Fabio, 45 anni, lo scorso giugno hanno dato vita all’associazione, che si occupa di aiutare i bimbi che si trovano in ospedali nei reparti oncologi e nei reparti pediatrici, oltre a dare un sostegno ai bambini delle scuole di infanzia primaria e secondaria. Michela e Fabio hanno un’altra bimba di 5 anni, Giorgia,  estratta viva dalle macerie. La Onlus, domenica 17 dicembre, organizzerà un evento a Villa Monte Mario, in via Trionfale. Dalle 14 alle 19 sarà un pomeriggio di divertimento e solidarietà con gonfiabili, animazione, trucca bimbi e una merenda per tutti.

L'associazione nel nome di Giulia

La coppia risiede in zona Rebibbia: “Quest’associazione ci ha dato la forza di andare avanti – ha spiegato Michela a RomaToday – io e mio marito riteniamo che i bambini debbano avere una seconda possibilità. Perciò organizziamo eventi come quello di domenica per raccogliere fondi, che poi serviranno per acquistare macchinari da destinare agli ospedali o altro. Per esempio, al nosocomio di Ascoli Piceno è stato donato un ecografo portatile con due sonde. Inoltre abbiamo progetti con le case famiglia”

L'impegno nel sociale

Michela è casalinga, Fabio fa il camionista. Nel mezzo c’è l’impegno nel sociale: “Giulia quando è scomparsa aveva otto anni e mezzo. Ma non era una ragazzina gelosa della sue cose. Era generosa. Sono convinta – ha continuato la mamma – che adesso da lassù ci guarda e che è contenta di ciò che stiamo facendo. La tragedia che ci ha colpito, in un certo senso, ci ha fatto cominciare far vedere le cose in maniera diversa. Ad aprire i nostri orizzonti, cosa che non accadeva prima”.

"La nostra principessa"

Tra quattro giorni, a Villa Monte Mario, sarà quindi una giornata di festa: “Per i bambini deve essere così, hanno la fortuna rispetto a noi adulti di non essere frenati. Meritano di divertirsi e, ripeto, non gli può essere impedita una seconda possibilità. Perché è così che vanno le cose. Perché è così che voleva, anzi, che vuole Giulia. La nostra principessa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blocco traffico: a Roma oggi niente auto nella fascia verde, tutte le informazioni

  • Blocco auto: chi può circolare a Roma domani 19 gennaio

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Incidente sul Raccordo Anulare: si scontrano moto e camion, morto 64enne

  • Le mani della 'Ndrangheta su San Basilio: spaccio modello Scampia da 15.000 euro al giorno

  • Sfratti, Marina e i suoi 4 figli da oggi sono per strada: "Il Comune non paga più il buono casa"

Torna su
RomaToday è in caricamento