MonteMarioToday

Monte Mario, "M5S cancella il Festival Jazz dedicato a Massimo Urbani"

L'attacco di Barletta e Acquafredda, rispettivamente capogruppo Pd nel Municipio XIV ed ex consigliere democrat. Marigliano dei Cinque Stelle: "Stupisce l'interesse del Pd, per la targa intitolata a Urbani non c'era nessuno di loro"

La cerimonia con la targa dedicata a Massimo Urbani

“Nel giorno dell’anniversario della nascita di Massimo Urbani, il M5S cancella il Festival del jazz a lui dedicato”. A parlare sono Valerio Barletta e Pino Acquafredda, rispettivamente capogruppo Pd nel Municipio Roma XIV e consigliere democrat dal 2013 al 2016. Le loro parole sono arrivate ieri, 8 maggio, giorno della commemorazione dedicata al talentuoso musicista - scomparso nel 1993 a soli 36 anni - che si è tenuta in via Chiarugi, davanti al Santa Maria della Pietà. Nell'occasione, è stata scoperta la targa intitolata a Urbani (vedi sotto foto Facebook Municipio Roma XIV),  alla presenza del vicesindaco, Luca Bergamo e dell'assessore locale Daniele Mancini. A tal proposito Livia Marigliano, presidente della commissione Cultura locale, ha notato: "Stupisce l'interesse del gruppo Pd per la figura di Massimo Urbani: quando è stata scoperta la targa, non era presente nessuno di loro".

LA VICENDAFacciamo un passo indietro. La palla è scoppiata a fine aprile con una petizione on line successiva alle parole impresse su Facebook da parte di Giuseppe Salerno e Maurizio Urbani, il primo presidente dell'associazione culturale-scuola di musica Esacordo e il secondo fratello del sassofonista cresciuto a Monte Mario. In pratica, si sosteneva che la terza edizione dell'evento - dopo quelle del 2015 e del 2016 - era praticamente a rischio. Marigliano, allora, aveva specificato: "Abbiamo preferito non investire in blocco la gran parte delle disponibilità per un unico evento. Vogliamo dare la possibilità al territorio di vivere più eventi durante l'estate, senza convogliare tutto in un'unica manifestazione".

ATTACCO - Poi ecco l'attacco dei democrat. In primis Barletta, che ha riferito: "Nella scorsa consiliatura avevamo avviato un percorso che aveva come obiettivo quello di dare a uno straordinario jazzista del nostro territorio la giusta dignità e il doveroso tributo. Recepimmo l’istanza forte che ci chiedeva di ricordare Massimo Urbani, di esaltarne il genio omaggiando il jazz e di intitolargli un luogo simbolo. Il Cinque Stelle sta cancellando tutto”. A seguire Acquafredda: "Nel giorno in cui il vicesindaco Bergamo si reca presso i giardini di Massimo Urbani, ci aspettiamo una presa di posizione chiara da parte del Campidoglio. Il vicesindaco non si limiti a una passerella d’ordinanza nel luogo che scegliemmo per ricordare Massimo, smentisca i suoi colleghi del parlamentino di Battistini e trovi le risorse per continuare a promuovere il Festival del Jazz".

RISPOSTA - Per il Movimento Cinque Stelle del Quattordicesimo è stata nuovamente Marigliano a rispondere: "Se fossero venuti all'iniziativa dedicata a Urbani, avrebbero assistito a una bella manifestazione e avrebbero ascoltato con le proprie orecchie le parole dell'assessore Daniele Mancini e del vicesindaco Luca Bergamo, il quale ha potuto confrontarsi con i rappresentanti delle associazioni degli amici e dei parenti di Massimo Urbani, ragionando con loro – ha rivelato a RomaToday– sulla possibilità di partecipare al Bando delle Periferie. È finita l'epoca degli affidi diretti o dei bandi ad hoc. Noi siamo per bandi aperti a tutti e trasparenti, non abbiamo interesse a favorire questa o quella associazione. La targa a Massimo Urbani e l'assegnazione toponomastica – ha terminato – era un atto doveroso per un grande personaggio del nostro Municipio. Peccato per la pioggia, altrimenti sarebbe stato anche un pomeriggio di splendida musica. Una musica nuova, che al Pd non piace. Pazienza".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Quintavalle sospesa, si spacca il fronte grillino. De Vito: "Ha ragione lei"

  • Cronaca

    Tor Bella Monaca, autista Atac aggredito di notte: prima il sasso, poi le mani al collo

  • Politica

    Casa delle donne, attiviste sulle barricate. Regione: "Comune riapra dialogo"

  • Attualità

    In 72 mila per la 'Race for the cure': contro i tumori al seno anche la sindaca Raggi

I più letti della settimana

  • L'Atac sospende Micaela Quintavalle: la pasionaria paga l'intervista a le Iene

  • Eventi nel week end a Roma: strade chiuse e deviazioni sabato 19 e domenica 20 maggio

  • Omicidio Ostia, per i medici era infarto e non aggressione. "Milon è stato ucciso due volte"

  • Notte dei musei a Roma: sabato 19 maggio l'arte resta accesa

  • Soffocato da un wurstel: muore bambino di 4 anni, dopo 5 giorni il piccolo Davide non ce l'ha fatta

  • Incidente in via Tuscolana: scontro tra scooter e autocarro, morto un uomo

Torna su
RomaToday è in caricamento