MonteMarioToday

Municipio XIV, ballottaggio Milioni - Barletta: il confronto su Teleroma 56

Ieri, davanti le telecamere dell'emittente locale, il confronto all'ultima frecciata tra i candidati al ballottaggio per la Presidenza del Municipio: Alfredo Milioni (centrodestra) e Valerio Barletta (centrosinistra)

Proprio come la capitale si prepara al ballottaggio per l'elezione del nuovo Sindaco, anche per il Municipio XIV si avvicina il momento della verità per conoscere il nome nel nuovo Presidente di circoscrizione. La sfida è tra i canddiati Alfredo Milioni (centrodestra, già Presidente uscente) e Valerio Barletta (centrosinistra), che ieri si sono mediaticamente affrontati davanti alle telecamere di Teleroma 56 in un faccia a faccia che non ha risparmiato colpi, frecciate e interventi al vetriolo.

I RISULTATI DEL PRIMO TURNO - A rompere il ghiaccio è il Presidente uscente Milioni che, dopo essere stato debitamente ammonito da parte del giornalista conduttore della trasmissione per essersi rivolto a lui dandogli del tu, affronta l'amara questione del forte astensionismo registrato in queste prime votazioni, ricordando che "la situazione è profondamente diversa rispetto a 5 anni fa, quando entravamo dall'opposizione e solo come Pdl abbiamo raccolto nel nostro Municipio più di 40 mila voti. In questo primo turno abbiamo perso in modo clamoroso". Dall'altro lato, Valerio Barletta sottolinea quanto la fase del primo turno e quella del ballottaggio siano in realtà due momenti da leggere con chiavi di lettura completamente diverse: "Quanto emerso dai primi risultati è una evidente bocciatura da parte dei cittadini nei confronti della amministrazione  Alemanno - Milioni. Ora è il momento di esprimere ancora un volta la voglia di cambiamento e di rottura con il passato".

SOCIAL NETWORKS - Mai come in queste elezioni, si può dire che la campagna elettorale di numerosi candidati si sia giocata molto e volentieri a suon di post su facebook, hashtag su twetter e altre piccole partitre sul terreno dei social networks. Soprattutto il giovane candidato del centrosinistra ha fatto suo questo strumento comunicativo scegliendo di utilizzare lo slogan "#finalmentebarletta" per accompagnare alcune campagne relative ai temi caldi del suo programma. "Non è un pò troppo pretenzioso, forse obamiano, come atteggiamento?", incalza il conduttore. "Assolutamente no - risponde Barletta - il grande utilizzo di questi strumenti è sicuramente il risultato di una forte componente giovanile all'interno del mio comitato elettorale e che mi piacerebbe facesse parte anche della mia eventuale esperienza di governo. La scelta di sottolineare alcuni temi (come la suola, il verde e le politiche sociale) con l'avverbio "finalmente", li vuole porre ancora di più su un piano di innovazione e (ci auguriamo) di definitiva risoluzione. Non c'è nessuna ombra di personalismo del candidato".

PANINI E DIMISSIONI - Degli anni segnati dal governo di Alfredo Milioni, il Municipio XIV si porta dietro ancora gli strascichi di due episodi emblematici: la vicenda del fantomatico panino che nel 2010 impedì la consegna per tempo della presentazione delle liste, e le dimissioni (poi ritirate) da parte dello stesso Presidente. "La prima questione è già stata debitamente archiviata da parte dell'opinione pubblica; non ancora per me, dal momento che è ancora in corso un processo penale a mio carico. Io aspetto fiducioso che venga fatta chiarezza, anche se il fatto che sto ancora qui, la dice lunga", commenta Milioni. Sul discorso dimissioni, il candidato ricorda la natura di quel gesto: "In questi anni abbiamo governato in una situazione di crisi economica aggravata dalla voragine di un vuoto di bilancio dovuto dal patto di stabilità. Ho avuto l'impressione che il nostro Municipio fosse stato particolarmente penalizzato per questa faccenda e quello è stato il mio modo di portare l'attenzione su questa grave situazione".

LE PRIORITA' DEL TERRITORIO - Secondo  Barletta, quello che più è mancato in questi anni di amministrazione municipale nella circoscrizione di Monte Mario è stata la redazione di un vero e proprio progetto per la riqualificazione e la valorizzazione delle ricchezze che contraddistinguono il territorio. Milioni sottolinea che le sue priorità sono le stesse di 5 anni fa: la riapertura degli asili via Gallo e Bellingeri, il centro anziani di Torrevecchia, la Trionfale Bis, il collegamento tra Selva Candida e il raccordo (di cui proprio recentemente è stata firmate la convenzione di intesa), perchè "fino a quando non si risolvono i problemi, le priorità rimangono quindi le stesse". Ma il suo avversario non perde l'occasione: "se le priorità sono le stesse di 5 anni fa, vuol dire che la precedente amministrazione ha fallito nel suo intento e non è stata in grado di risolverle".

AREE VERDI - Il Municipio XIV può vantare alcune tra le ricchezze più significative in termini di parchi e riserve naturali, come ad esempio quello dell'Insugherata, del Pineto o di Casal del Marmo. "L'amministrazione Milioni ha lasciato queste aree in balia dell'assoluto abbandono e noncuranza, che hanno causato oggi i numerosi insediamenti abusivi al loro interno nonchè la quasi completa inaccessibilità in alcune zone di queste", denuncia Barletta. Il candidato di centrodestra ribatte immediatamente: "Oltre al fatto che la percentuale di competenza del Municipio in queste aree è molto ma molto bassa, mi permetto di prendermi il merito della realizzazione di alcuni interventi come lo stanziamento di 200 mila euro unicamente per il verde pubblico così come l'opera di bonifica del parco Anna Bracci o ancora la messa in sicurezza di tutti i fossi della zona, per evitare il pericolo di allagamenti in caso delle frequanti esondazioni di questi". Ma Barletta incalza: "quello dello scarica barile in fatto di competenze è un gioco che non funziona più".

APPELLI FINALI - I candidati non hanno dubbi. "Scegliere il cambiamento per rinnovare il Municipio e costruire insieme un progetto", invita Valerio Barletta. "La mia Presidenza è stata il simbolo di ascolto, intervento e trasparenza. Il mio avversario è ancora troppo giovane, i cittadini devono fidarsi di chi ha già dimostrato di essere un bravo amministratore", ha ricordato Alfredo Milioni

   

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

Torna su
RomaToday è in caricamento