MonteMarioToday

Voragine Balduina, "ladri a lavoro" e contenzioso con Acea. Ma il problema è molto più grave

La buca nei pressi di via Lattanzio ha compiuto due mesi e i residenti continuano a segnalarla con sarcasmo ed esasperazione. I lavori dovevano concludersi entro Natale, siamo tornati dall'Assessore Cecera per capire il perchè del ritardo. Ecco come stanno le cose

Foto Granata

"Municipalizzata a lavoro. Ladri a lavoro". Così il cartello apposto da alcuni cittadini nei pressi della metro Appiano, quartiere Balduina, accanto alla ormai tradizionale torta per celebrare i due mesi della buca in strada. Quella punta di ilarità che, seppure con tanto amaro sarcasmo, ha simbolicamente omaggiato la voragine tra via Lattanzio e via Andronico con tanto di torte di "mesiversario" e calza della Befana, nasconde prima di tutto tanta rabbia ed esasperazione in capo ai residenti che da settimane vivono e convivono non solo con la buca in strada ma anche con tutti i disagi che da questa derivano.

Già dopo le prime segnalazioni e a fronte dei reiterati ritardi di Acea, l'amministrazione locale aveva garantito un pronto intervento assicurando la conclusione dei lavori entro le festività natalizie. Ad oggi, dopo circa un mese, la buca è ancora là e con essa la frustrazione dei cittadini. Siamo allora tornati dall'Assessore ai Lavori Pubblici del Municipio XIV Alessio Cecera per capire di fatto la situazione e, evidentemente, cosa non ha funzionato in quello che doveva essere un rapido intervento risolutivo. 

"Partiamo da un presupposto: superficialmente sembra si tratti solo di una buca, ma sotto c'è una vecchia conduttura fognante profonda 8 metri che poichè rotta fa continuamente dissestare la strada - spiega Cecera a RomaToday - Anche l'Ufficio Tecnico è caduto più volte in inganno pensando si trattasse di una semplice voragine senza diagnosticare mai il ben più profondo danno strutturale e così tutte le volte che si presentava il problema si interveniva tappando ma poi poco dopo la spaccatura si rigenerava". 

Solo quando si è intervenuti con una approfondita video ispezione con tanto di robottino calato giù in profondità, ci si è accorti quindi dell'origine della frattura. "Da quel momento è nato un contenzioso con Acea (che ha in carico il sistema di rete fognaria delle acque nere, ndr) che non riconosce il danno poichè nulla è risultato dal loro esame, effettuato invece più in superficie". Il Municipio ha allora intimato alla società di servizi una diffida per intervenire e nel frattempo ha cominciato ad effettuare tutte le opere propedeutiche per i lavori veri e propri che partiranno ufficialmente lunedì prossimo.

"Siamo intervenuti materialmente noi ma tutti i lavori andranno in carico ad Acea - tiene a sottolineare l'Assessore con particolare riferimento soprattutto alla parte economica - Stimiamo all'incirca 2 settimane di lavori, sperando sempre che non piova e che non ci siano ulteriori complicazioni a causa della particolare conformazione di questo terreno - continua - che ha un sottofondo molto sabbioso e con continui dislivelli".

foto granata-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Rischia di soffocare in un'osteria a Peschici: salvato da un turista romano

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

Torna su
RomaToday è in caricamento