mercoledì, 16 aprile 7℃


LETTORI - Selva Candida: tra via Nosate e via Ponderano si aspetta un collegamento

"Non solo grandi opere, Selva Candida ha bisogno anche di piccoli interventi che possono consentire una migliore vivibilità del quartiere"

"100 passi. È questa la distanza che separa via Nosate da via Ponderano, un quartiere a ridosso di via di Selva Candida che conta quasi 1000 abitanti, collocati in 28 palazzi. Circa 350 famiglie vivono qui dal 2008, si potrebbe definire un piccolo paese come tanti in Italia con la differenza che qui non c'è un bar, non un giornalaio, per non parlare di scuole o di un autobus. A via Nosate però c'è una farmacia, mentre sul lato opposto del quartiere, all'altezza dell'Hotel Selva Candida c'è un negozio di alimentari. Dunque metà degli abitanti di questo quartiere ha accesso o alle medicine, mentre gli altri - osiamo dire più fortunati - possono raggiungere il negozio di alimentari.

Nel quartiere manca una via di collegamento anche solo pedonale, mancano 100 passi di strada per raggiungere gli unici servizi presenti.

Eppure il 22 novembre scorso si era tenuto presso la sede del XIX Municipio di Via Battistini un incontro per la presentazione del Piano di Zona Ponderano B51 - altre case in cambio di servizi - che si era concluso con l'invito ai cittadini ad indicare le priorità nella realizzazione delle opere primarie e secondarie previste dallo stesso Piano. E 183 famiglie avevano risposto a quell'invito inviando il 14 marzo 2012 un documento al dott. Maurizio Geusa del Dipartimento di Urbanistica del Comune di Roma e al Presidente del XIX Municipio Alfredo Milioni nel quale si chiedeva tra l'altro di dare priorità alla realizzazione del collegamento tra via Ponderano e Via Nosate, opera prevista appunto dal Piano di Zona Ponderano B51. Il risultato? Nessuna risposta, mentre centinaia di macchine continuano a confluire su via di Selva Candida per passare da una parte all'altra del quartiere. E l'autunno con il consueto aumento di traffico è vicino."

Annuncio promozionale

 

Ida Dragonetti
lettori

Commenti